L’arte di sognare

Senza titolo-1

 

L’arte di sognare ? un libro scritto da Carlos Castaneda. In questo libro, Carlos ricapitola le lezioni dei suoi primi libri mettendo le varie tecniche in un unico insieme, ovvero ?la posizione del punto di unione?. Gli insegnamenti di Don Juan Matus in questo libro lo guideranno proprio ad effettuare dei movimenti e degli spostamenti del punto di unione. La variet? di status alterati della coscienza cui viene sottoposto Carlos sotto la guida di Don Juan e Don Gennaro sono i risultati di una manipolazione magistrale del suo punto di unione da parte di questi due stregoni.

Don Juan spiega il punto di unione come un vortice di energia visibile, una convergenza di linee, di forze che formano un uovo luminoso attorno agli esseri viventi. La posizione del punto in cui le linee si uniscono cambiano da persona in persona e, in base a questo, cambia l’esperienza di vita degli esseri umani. Ogni credenza, caratteristica caratteriale o sociale determina una posizione diversa del punto di unione. Un cambiamento nel sistema delle credenze pu? muovere questo punto di unione e, perci? alterare il mondo in cui si sta vivendo. Il punto di unione di Carlos verr? spostato con un colpo ben assestato da parte di Don Juan che lo far? cadere immediatamente in uno stato alterato della coscienza, spingendolo anche in mondi sconosciuti. Dopo questa tecnica ?d’urto? Don Juan spiegher? al suo pupillo come muovere il suo punto di unione a suo piacimento, e ad insegnargli, per l’appunto, ?l’arte di sognare?.

Il libro ? una sorta di diario, un’autobiografia di esperienze spirituali e metafisiche che differisce da tutti i manuali in commercio proprio perch? scritto in modo inusuale. Leggendo questo libro, infatti, non ci troveremo di fronte alla solita fredda serie di regole da seguire per ottenere un determinato risultato, poich? gli insegnamenti saranno nascosti tra i vari capitoli, romanzati, tra i pensieri dell’autore e i dialoghi con il suo maestro.

L’arte di sognare. Autore: Carlos Castaneda. Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli. Anno: 2000

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress