L’inquilino

inquilino

L’inquilino è un romanzo scritto da Marco Vichi e pubblicato da Guanda. La narrazione è semplice, coinvolgente, scorrevole. La storia prende vita in una Firenze periferica, una facciata nascosta dalla bellezza intrinseca della città, un luogo strano, a volte grottesco, ma molto realistico.

Il romanzo parla di Carlo e Fred, nemici e allo stesso tempo amici. Carlo è una persona semplice, si guadagna da vivere scrivendo delle traduzioni, con le donne è impacciato e romantico ed ha un temperamento permaloso e a tratti aggressivo. Un giorno, per riuscire a gestire al meglio le spese, Carlo decide di affittare una stanza ed è qui che arriva il secondo protagonista della storia, Fred. Fred è quasi complementare a Carlo: è una persona sicura di sé, di una vitalità esplosiva.

La convivenza tra i due diventa presto difficile, gli spazi ingestibili. La presenza di Fred è invadente. Fred è rumoroso, stravagante, irritante, disordinato e anche indiscreto. Man mano, il nuovo inquilino, prende possesso di tutti gli spazi della casa di Carlo, fino ad occupare imponentemente anche i suoi pensieri. Carlo non riesce a sopportare questo nuovo inquilino dalla personalità esplosiva; per quanto abbia avuto la necessità di affittargli una stanza, lui era talmente abituato alla sua tranquilla solitudine che ne è rimasto assuefatto. Fred è come un intruso nella tana privata di Carlo. In un certo senso, Carlo inizia ad odiare il suo inquilino, ma anche ad invidiarlo: è il suo opposto, ciò che detesta, ma anche ciò che vorrebbe essere.

L’intreccio si snoda su eventi tragicomici e si riannoda su un caso misterioso che ha tutte le carte in regola per permettere a questo romanzo di essere definito un giallo. In questa grottesca Firenze periferica, si aggira un pericoloso assassino, la cui identità non è ancora venuta a galla. La polizia, tuttavia ha già dei sospetti e questi convergono proprio sulla casa di Carlo e del suo strano inquilino Fred.

L’inquilino. Autore: Marco Vichi. Editore: Guanda. Anno: 1999

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress