Heartstones – A forma di cuore

Senza titolo-1
Dopo la morte di sua madre, Elvira, una sedicenne anoressica in conflitto con se stessa, si lascia sprofondare nella classica disperazione della letteratura gotica. Quando suo padre, che lei adora in modo ossessivo e malato, programma di sposarsi di nuovo, il mondo di Elvira inizia a sgretolarsi. E’ davvero Elvira ad essere responsabile per ciò che accadrà subito dopo? O forse c’è un’altra oscura forza al lavoro a coinvolgere la sua sorella minore e la loro casa apparentemente infestata?

L’unica cosa che Elvira sa per certo è che lei non ha ucciso sua madre. Spinny, sua sorella, sembra essere una ragazzina normale – paffuta, con le gote rosee e molto interessata ai ragazzi – tranne per il fatto che la piccola dice di vedere dei fantasmi, affermando che questi abbiano infestato la casa, fantasmi che nessun altro riesce a vedere. Luke, il padre delle due ragazze, un insegnante universitario, potrebbe non essere il padre perfetto ed amabile che Elvira ha idealizzato.

La credibilità dei personaggi di Ruth Rendell aggiunge un brivido in più ad un romanzo breve, ma ricco di tensione. La scrittrice non inganna mai il lettore, ma gli sottopone una trama assolutamente non trasparente, piena di piccole distrazioni che, seppur interessanti, rubano per un’attimo l’attenzione al vero orrore sulle quali sono adagiate. Quando il lettore prova a guardare oltre, solo allora riesce a scoprire la vera follia nascosta tra le pagine del libro. Ruth Rendell è stata premiata per le sue grandiose trame, in cui accadono solo poche cose in molte pagine, in modo che il lettore venga preso completamente di sorpresa dall’orrore nascosto tra le righe. Heartstones è un romanzo molto breve, ma ha una trama consistente che lo rende perfetto in ogni sua parte. Scritto con uno stile sobrio e scorrevole e arricchito da elementi che denotano una conoscenza approfondita della psicologia umana, il romanzo risulta agghiacciante ed avvincente.

Ruth Rendell, A forma di cuore, Bompiani, 1989.

 

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress