Solitudine. L’essere umano e il bisogno dell’altro

A tutti sarà capitato almeno una volta di provare un senso di solitudine e, quando è passeggero, lo accettiamo come parte della condizione umana. Ma l’uomo è un essere sociale, e la solitudine fa star male. Le sensazioni di connessione sociale, così come quelle di separazione sociale, hanno un’enorme influenza sul nostro corpo: una condizione di solitudine persistente può provocare conseguenze paragonabili alle alterazioni causate da ipertensione, obesità e fumo, e al conseguente indebolimento delle funzioni immunitarie e cardiovascolari. In “Solitudine” il professor John T. Cacioppo e lo scrittore William Patrick analizzano questo stato emotivo dal punto di vista delle neuroscienze: ne studiano la fisiologia prendendo in considerazione dettagli e molteplici fattori, dalla predisposizione genetica alla percezione cerebrale.

Solitudine. L’essere umano e il bisogno dell’altro. Autore: John Cacioppo, William Patrick. Editore: Il Saggiatore. Anno: 2009

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress